Allergia primaverile

Starnuti a ripetizione, occhi rossi e lacrimanti, prurito in tutto o in alcune  parti del corpo, questi sono alcuni sintomi dell’allergia che le persone percepiscono con l’arrivo della primavera.

La bellezza dell’esplosione di una moltitudine di fiori, dai colori brillanti e vivaci, per tanti non è altro che un disturbo, un problema di salute.  

Secondo l’Ayurveda

In Ayurveda le piante e/o i pollini non hanno nessuna responsabilità delle nostra allergia primaverile.

E’ il “terreno“, cioè il nostro corpo che è “alterato” dall’accumolo di notevole quantità di tossine (AMA, muco), derivate da cattiva digestione o da agenti chimici, a far scatenare le reazioni allergiche. Il corpo così alterato reagisce con i pollini in modo snaturato, non li riconosce, ma gli scambia come allergeni provocando la reazione chiamata allergia di primavera.

Come evitarla?

Prima di tutto bisogna evitare l’accumulo di tossine (AMA) ed eliminare quelle presenti.

Per far questo bisogna migliorare il  processo digestivo.

Questo viene attivato dall’uso degli aromi e spezie durante la cottura dei cibi. Oltre all’impiego di cipolla e aglio, due piante preziosissime per il nostro intestino, “soffritti” con poca acqua per appassirli, ti consigliamo di utilizzare almeno altre 4-5 aromi e spezie come rosmarino, salvia, dragoncello, finocchio, coriandolo, cumino, curcuma, zenzero, pepe… No, il peperoncino troppo irritativo delle mucose gastro-intestinali.

Gli aromi e le spezie hanno la proprietà di legarsi, durante la cottura, ai nutrienti rendendoli più biodisponibili e, quindi, di più facile digeribilità con la conseguenza di aver minor possibilità di produrre AMA. Puoi impiegare delle miscele di spezie già pronte come Appeto Virya®, Fruit Masala Virya®.

Come alleviare la sintomatologia?

Per alleviare la sintomatologia e migliorare il metabolismo ti consigliamo i rimedi naturali ayurvedici a base di solo piante come:

Se è presente il prurito, suggeriamo le compresse Vilayanam Virya® avente un’azione depurativa del sangue favorendone la sua eliminazione.

Inoltre, occorre che tu presti sempre attenzione al cibo che mangi soprattutto durante la fase allergica.

Ti invitiamo ad evitare di mangiare cioccolato, pesce di mare, molluschi,  crostacei, alghe, pomodori, cibi industriali anche se biologici,  surgelati, formaggi, yougurt, banane e tutta la frutta esotica.