Consigli Donna Sistema Muscolo-Scheletrico Terza Età

La dieta che aiuta a preservarci dall’osteoporosi

rimedi naturali osteoporosiUna dieta corretta può essere considerata tra i rimedi naturali che aiuta a preservarci dall’osteoporosi.

I consigli che seguiranno non vanno intesi come una limitazione all’uso di determinati alimenti, quanto invece un invito a fare attenzione che alcuni cibi importanti per la cura delle nostre ossa siano sempre presenti nella nostra alimentazione.

Infatti, l’osteoporosi è un disturbo che si muove sulla linea sottile di demarcazione tra malattia e condizione naturale di invecchiamento.

Avere una dieta corretta significa “sbilanciarci” sul versante del naturale invecchiamento del corpo, permettendo alle nostre ossa di conservare il più a lungo possibile l’elasticità e la compattezza strutturale idonea a non incorrere nei disturbi di fragilità e rottura ossea.

Secondo l’Ayurveda

Per l’Ayurveda, oltre alla corretta dieta alimentare, bisogna porre in primo piano la nostra capacità di assimilazione dei nutrienti idonei alle ossa. Per questo obiettivo è fondamentale Agni, il Fuoco Digestivo che col passare degli anni tende a diminuire. Infatti, se non si digerisce bene quello che si mangia, lo sforzo di attuare una dieta può svanire nei risultati.

Per questo ti consigliamo di preservare e rinforzare i tuoi naturali microbioti con gli integratori alimentari ayurvedici Gam Virya® e Grahah Virya®.

Consumare più calcio non significa in automatico assimilarlo correttamente, lo potremmo eliminare mediante l’intestino o accumularlo in tessuti diversi da quello osseo, per esempio nei reni con il rischio di creare un loro mal funzionamento e la formazione di calcoli.

Inoltre, bisogna considerare che l’osteoporosi è un fenomeno più complesso di una semplice carenza di fissazione di calcio nelle ossa e di quantità dello stesso nella dieta.

Secondo studi scientifici, un’adeguata alimentazione preventiva dell’osteoporosi richiederebbe l’assunzione di almeno 800-1.500 mg al giorno di calcio oltre che di vitamina D.

Quali alimenti dovresti privilegiare?

Per l’Ayurveda sono molto importanti e devono essere consumati nella dieta giornaliera:

  • il latte, bevuto caldo, lontano dai pasti, da solo, cioè non accompagnato da nessun altro alimento. Per essere digerito bene il latte va mescolato, durante la bollitura, con spezie come il Milk Masala Virya®, miscela particolare di zafferano, cardamomo, curcuma e zenzero che aiuta la corretta assimilazione non solo del calcio, ma anche di tutto quel corredo di nutrienti del latte che ne aiutano il “fissaggio dinamico” nelle ossa. Questo è il vero Golden Milk, non quello solo con curcuma.
  • Il ghee, chiamato anche burro chiarificato, che stimola Agni, è ricco di calcio e facile da digerire. Serve a riequilibrare tutti e tre i Campi Energetici che ci costituiscono Vata (Aria), Pitta (Fuoco), Kapha (Acqua) Dosha e quindi, rallenta l’invecchiamento.
  • I legumi, freschi o secchi, cucinati con molti aromi e spezie antifermentativi come coriandolo frutti, finocchio frutti, assa foetida (una resina polverizzata), kummel o con miscele già pronte come Fruit Masala Virya® o Indian Tea Masala Virya®. Puoi trovare molte ricette facili e veloci sul sito virya.com.
  • Le verdure a foglia verde, in particolare le brassicaceae: broccoli, verze, cavolo nero, cavoletti di Bruxelles, cavolfiori, sempre cucinati con aromi e spezie tranne peperoncino, irritativo della mucosa gastrica e intestinale.
  • Tutti i semi oleosi, in particolare mandorle, noci, sesamo, pistacchi.
  • La frutta secca: 5 fichi secchi apportano mediamente 135 mg di calcio.
  • Le stesse piante aromatiche, ad esempio, la salvia contiene 600 mg di calcio per 100g di prodotto.

Virya Shop

Virya Shop